Fate attenzione quando segnate i post su Facebook & Co con Mi piace

Secondo una decisione del tribunale federale, si può essere perseguibili se si contrassegnano i commenti e i post sui canali sociali con Mi piace.

Risposta dettagliata
A causa di una recente sentenza della corte federale, è importante concedersi qualche momento di riflessione prima di mi piace o segnare un post con Mi piace su Facebook, Twitter e altri canali sociali. Chiunque condivida un post diffamatorio su Facebook o lo contrassegni con un Mi piace può anche essere colpevole di diffamazione può essere letto su NZZ.ch. Cosa significa esattamente questo per voi quando avete a che fare con Likes su Facebook & Co. Vi renderete perseguibili se in futuro darete un Mi piace ai commenti della vostra cerchia di amici sui canali dei social media? Non in tutti i casi. Si consiglia di prestare attenzione ai contributi che sono offensivi. Se un contributo del genere vi piace, ossia lo contrassegnate con Mi piace e se diffonderete ulteriormente il commento, potrete essere perseguibili secondo la nuova decisione del Tribunale federale. Vi raccomandiamo: Come i contributi di terzi sui social media, o condividere i contributi di terzi, solo dopo essersi assicurati che questi contributi non contengano dichiarazioni diffamatorie. Sono considerati reati d'onore - Diffamazione (Art. 173 CP 1. Chiunque accusi o sospetti una condotta disonorevole o altri fatti suscettibili di nuocere alla propria reputazione, chiunque diffonda tale accusa o sospetto, è punito, su richiesta, con una multa). - Diffamazione (Art. 174 CP 1. Chiunque accusi o sospetti qualcuno di condotta disonorevole o di altri fatti che possano nuocere alla sua reputazione contro il suo buon senso, chiunque diffonda tale accusa o sospetto contro il suo buon senso è punito, su richiesta, con la reclusione fino a tre anni o con una multa) e - Insulti (art. 177 c.p. Chiunque aggredisce qualcuno in qualsiasi altro modo con parole, scritti, immagini, gesti o aggressioni al suo onore sarà punito, su richiesta, con una multa fino a 90 tariffe giornaliere).