Rifiuto di un nuovo inquilino in caso di risoluzione del contratto di locazione

Se il subentrante presentato dall’inquilino non è accettabile, il locatore deve rifiutare la richiesta di disdetta. Ma qual è il quadro giuridico?

Risposta dettagliata

Non si può accettare il prossimo inquilino e si vuole rifiutare la risoluzione anticipata del contratto di locazione - così funziona

L’inquilino intende recedere anticipatamente dal contratto di locazione, tuttavia il subentrante proposto non risulta accettabile per ragioni previste dalla legge e il locatore vuole rigettare la richiesta di disdetta? Ti illustriamo qui la situazione giuridica.

Quando ha termine il rapporto di locazione con l’inquilino?

Un contratto di locazione a tempo determinato si conclude allo scadere del periodo concordato. In caso di contratto a tempo indeterminato, invece, l’affittuario deve rispettare i termini di preavviso e di disdetta previsti dalla legge e dalle condizioni contrattuali. Una disdetta ordinaria prima dei termini non è difatti consentita. L’inquilino può però richiedere di recedere dal contratto di locazione anticipatamente proponendo un subentrante accettabile e solvibile, che rilevi il contratto alle medesime condizioni. I requisiti richiesti al nuovo locatario non possono essere più elevati rispetto a quelli previsti per l’inquilino uscente, tuttavia il locatore non può ritrovarsi in una situazione peggiore in confronto a quella attuale. A tal proposito ti invitiamo a leggere il nostro articolo sui motivi a fondamento di una disdetta straordinaria.

Quanti possibili subentranti deve proporre l’inquilino attuale?

In linea di massima, se il candidato soddisfa tutti i requisiti è sufficiente presentarne uno, tuttavia al locatario uscente è consigliabile proporre più subentranti. In seguito il locatario dovrebbe richiedere al subentrante una conferma scritta che questi si trasferirà nell’appartamento rilevando il contratto alle stesse condizioni e alla data desiderata.

Come è quindi opportuno procedere?

Al fine di ridurre i tempi per ulteriori chiarimenti, se possibile i candidati dovrebbero presentarsi già con il modulo d’iscrizione ufficiale, un estratto del casellario giudiziale e la restante documentazione necessaria. L’inquilino uscente dovrà poi richiedere a ogni interessato una copia del modulo d’iscrizione con tutti gli allegati in modo da poter dimostrare, in caso di controversia, di aver proposto un candidato idoneo. Se possibile l’iscrizione andrebbe inviata tramite raccomandata, così da disporre di una prova scritta dell’avvenuto invio.

Quali sono i tempi concessi al locatore per accettare o rifiutare l’inquilino proposto?

La questione non è stata chiarita a livello giuridico, ma a seconda della situazione le tempistiche vanno dalle due settimane ai 30 giorni.

Il locatore è tenuto a confermare l’inquilino proposto se accettabile?

No; se tuttavia il locatore rifiuta un subentrante accettabile presentato dal locatario attuale, questi può recedere comunque dal contratto di locazione.

Qui di seguito trovi un modello di comunicazione per il locatore con indicazione dei subentranti e una lettera di rifiuto dei candidati proposti.

Documenti importanti
Liberazione anticipata