Obbligo di mascherina sui mezzi pubblici – disposizioni dell’UFSP

Stato prescritto è l’obbligo di indossare la mascherina sui mezzi pubblici. Di seguito una panoramica delle risposte fornite dall’UFSP a riguardo.

Risposta dettagliata

Domande principali sull’obbligo di mascherina

Le FAQ dell’UFSP a riguardo sono riportate qui. Eventuali modifiche e novità sono disponibili allo stesso link.

Dove vige l’obbligo di mascherina?

L’obbligo di mascherina è in vigore su tutti i mezzi pubblici, ossia treni, tram e autobus, così come nelle funicolari e in barca.

Sono previste eccezioni per bambini piccoli e altri soggetti?

L’obbligo di mascherina si applica a partire dai 12 anni di età, inoltre sono esclusi i soggetti che per ragioni particolari, soprattutto di natura medica, non possono indossarne una.

Devo indossare la mascherina anche se il treno o l’autobus sono quasi vuoti?

L’obbligo di mascherina vige indipendentemente dal numero di persone presenti sul mezzo; non è infatti possibile prevedere quanti altri passeggeri saliranno a bordo. Dati gli spostamenti per motivi di lavoro e quelli legati al tempo libero si può però presumere che l’afflusso sia elevato.

Quali mascherine sono consigliate? Posso utilizzarne anche una cucita a mano?

Sui mezzi pubblici è possibile utilizzare le mascherine igieniche, ossia quelle chirurgiche, oppure quelle tessili di fattura industriale. Per quanto riguarda le mascherine igieniche e quelle di produzione industriale sono previste norme e standard specifici (www.empa.ch/web/remask, www.testex.com/en/communitymask). Le mascherine in tessuto possono essere lavate più volte, secondo le indicazioni del produttore. L’uso di mascherine fatte in casa è invece sconsigliato. Attenzione: assicuratevi che la mascherina copra bocca e naso, altrimenti non avrà alcuna efficacia.

Se non ho con me una mascherina posso coprirmi viso e naso con una sciarpa o un fazzoletto?

No, se si utilizzano una sciarpa o un fazzoletto l’obbligo di mascherina non viene rispettato. Una sciarpa non è infatti sufficiente a proteggere dal contagio e tutela soggetti terzi in maniera limitata. È necessario dunque indossare o una mascherina igienica o una in tessuto realizzata a livello industriale.

Come si smaltiscono correttamente le mascherine usate?

Al momento di rimuovere la mascherina, afferrala se possibile solo per gli elastici dietro alle orecchie e allontanala dalla bocca e dal naso. Gettala quindi direttamente nella spazzatura. Evita di toccare le mascherine che potresti trovare in giro con le mani; prima e dopo essere venuto a contatto con una mascherina usata ricordati inoltre di lavare o disinfettare le mani.

Una volta sceso da un mezzo di trasporto pubblico dove posso riporre la mascherina per utilizzarla nuovamente in seguito?

Le mascherine usa e getta non andrebbero utilizzate di nuovo, mentre quelle in tessuto vanno conservate in un sacchetto di carta o in una busta. È necessario inoltre assicurarsi che la parte interna non venga a contatto con quella esterna e che la mascherina non sfreghi contro i vestiti o altri oggetti come il cellulare.

Le mascherine in tessuto possono essere utilizzate due volte di seguito?

Sì, tuttavia una mascherina in tessuto andrebbe usata solo per un giorno al massimo, ad esempio al mattino e alla sera per gli spostamenti sui mezzi pubblici, per poi essere lavata.

Perché anziché applicare l’obbligo di mascherina non vengono registrati i contatti tramite elenco?

Per motivi organizzativi, a causa dell’elevato afflusso non è né possibile né ragionevole stilare un elenco dei contatti su autobus e treni.

A chi spetta il compito di controllare se i passeggeri indossano una mascherina?

A verificare che l’obbligo sia osservato e a farlo rispettare sono il personale del treno e la polizia ferroviaria, nonché gli appositi servizi di sicurezza.

E se non voglio indossare una mascherina?

Chi si rifiuta di indossare la mascherina è tenuto a scendere dal mezzo di trasporto alla stazione successiva. Se ti opponi all’invito del personale di sicurezza e non lasci il mezzo puoi essere multato per disobbedienza tramite normale procedura (non si tratta dunque di una multa disciplinare).

Perché l’obbligo di mascherina non si applica a tutti gli spazi pubblici?

Sui mezzi di trasporto i passeggeri si ritrovano vicini tra loro per un periodo di tempo prolungato, aumentando il rischio di diffusione del virus. Inoltre i dati di contatto dei presenti non vengono registrati, rendendo impossibile il contact tracing in caso di presenza di una persona infetta.

L’UFSP ha sostenuto a lungo che le mascherine non sono sufficienti a tutelare le persone sane negli spazi pubblici. Perché sono poi diventate obbligatorie?

L’utilizzo della mascherina protegge chi ci sta intorno, dato che una persona infetta potrebbe risultare contagiosa già due giorni prima della comparsa dei sintomi. Se in uno spazio ristretto tutti indossano una mascherina ci si tutela a vicenda: pur non essendo garantita una protezione totale, questa misura aiuta a rallentare la diffusione del virus.

Quali conseguenze posso aspettarmi se mi rifiuto di indossare una maschera protettiva?

Se violate l'obbligo di indossare una maschera, potete essere multati fino a CHF 10'000.- secondo la legge sulle epidemie. In caso di negligenza, potete essere multati fino a un massimo di CHF 5'000.-. Sul posto di lavoro, potete ricevere un'ammonizione o essere licenziati. Nel peggiore dei casi, si può anche essere licenziati senza preavviso dopo un avvertimento.

Vado nel panico quando indosso la maschera. Chi può rilasciarmi una dispensa dalla maschera?

Le persone che non possono indossare maschere per motivi particolari (soprattutto medici) devono fornire la prova di ciò. Il nuovo regolamento specifica chi può rilasciare un certificato per la dispensa dalla maschera per motivi medici. Si può andare dal medico, dal dentista, dal farmacista o dallo psicoterapeuta. Il certificato può essere rilasciato solo se indicato per l'interessato. Di conseguenza, richiede un esame individuale.