Qui troverai informazioni importanti relative alla pandemia di corona.

Come registrare e proteggere il proprio dominio?

Nel nostro promemoria ti mostriamo a cosa prestare attenzione nella scelta di un dominio e come tutelarlo.

Risposta dettagliata

Hai fondato una start-up e vorresti farla conoscere in rete il più rapidamente possibile?

Oltre alla creazione della pagina web, anche la scelta e la registrazione del dominio sono due dei passaggi più importanti per garantire il successo del tuo business. L’utente può infatti accedere al tuo sito Internet inserendo nel browser il nome di dominio, che viene poi utilizzato anche per creare indirizzi e-mail. Ogni indirizzo IP e dunque ogni nome di dominio può ricorrere una sola volta, per questo l’assegnazione viene gestita a livello centrale. La scelta del nome di dominio giusto riveste un ruolo importante, dato che ti servirà per convogliare gli utenti e, di conseguenza, potenziali acquirenti alla tua pagina web.

Ecco i cinque punti a cui prestare attenzione:

  1. Scelta e costruzione del nome di dominio
  2. Scelta del dominio di primo livello (suffisso .ch, .com, .org ecc.)
  3. Procedura di registrazione
  4. Conflitti con nomi, marche e nomi di dominio di terzi
  5. Cessione di domini

1. Scelta e costruzione del nome di dominio

  • Il tuo nome di dominio dovrebbe essere:
    • facile da ricordare,
    • intuitivo,
    • semplice e
    • rintracciabile rapidamente.
  • Se possibile evita di inserire cifre nel nome, dato che gli utenti potrebbero faticare a comprendere se queste vadano scritte in forma numerica o in lettere.
  • Si sconsiglia di scegliere parole dall’ortografia complessa e a rischio di errori. Non è inoltre possibile distinguere tra maiuscole e minuscole; evita poi anche caratteri speciali, ad eccezione del trattino.
  • A seconda del dominio di primo livello che hai scelto (ossia .ch, .com o .org ecc.) è necessario attenersi a regole specifiche per la costruzione del nome che, ad esempio, dovrà essere lungo almeno tre caratteri. Informati dunque sulle norme relative ai vari domini di primo livello.
  • Eventualmente registra anche diverse grafie del tuo dominio, in modo da convogliare gli utenti in caso di errori di battitura, ad esempio registrando sia www.travelhouse.ch sia www.travel-house.ch. Le varianti rimanderanno così al dominio principale.

2. Scelta del dominio di primo livello (suffisso .ch, .com, .org ecc.)

A tale riguardo esistono domini di primo livello generici, come .com, .info e .org, e altri specifici dei vari Paesi tra cui .ch, .de o .li. Di recente ne sono stati introdotti di nuovi come .swiss o .fashion.
La scelta del suffisso adeguato dipende da diversi fattori, ad esempio dall’obiettivo primario del tuo sito Internet e dai Paesi a cui intendi rivolgerti. Prova dunque a pensare a cosa sia più indicato per il settore della tua attività: il suffisso .com, ad esempio, è tipicamente usato per i siti web aziendali mentre .org per le organizzazioni non commerciali.

3. Procedura di registrazione

Una volta scelto il nome di dominio desiderato dovrai verificare:

  • se è ancora disponibile, consultando piattaforme quali swizzonic.ch o green.ch;
  • se non viola diritti di terzi, ricorrendo a siti come switch.ch.

Una volta esaminati e chiariti questi punti puoi procedere alla registrazione attraverso un cosiddetto «registrar», come green.ch. Questo provvederà a effettuare la registrazione a tuo nome presso l’ente di assegnazione, offrendo al contempo altri servizi, ad esempio il web hosting. È bene valutare dunque quale registrar propone i servizi più adatti a te e le migliori condizioni.

4. Conflitti con nomi, marche e nomi di dominio di terzi

In questo caso vale la regola «First come, first serve». Chi primo arriva, meglio alloggia! In altre parole il dominio spetta alla prima persona che lo registra, a meno che una terza persona non possa far valere un diritto a riguardo (ad esempio sulla base del diritto dei marchi).

Al momento della registrazione del dominio agisci pertanto con cautela, dato che il nome può risultare illecito se

  • è identico a un altro o può essere confuso con questo,
  • sfrutta la fama di un’altra marca o di altre persone o può dare luogo a confusione, in maniera sleale, con terzi o con domini o prodotti di terzi,
  • viene registrato con un nome o una marca altrui al solo scopo di poterlo poi vendere per conseguirne un guadagno («domain-grabbing»).

Nel nostro promemoria troverai maggiori informazioni per opporti alla registrazione di un dominio da parte di terzi.

5. Cessione di domini

La procedura di cessione di un nome di dominio dal detentore a terzi è soggetta alle disposizioni del registrar del dominio in questione. Ti invitiamo pertanto a informarti presto il registrar stesso.

Nel nostro promemoria trovi maggiori consigli sui cinque punti appena indicati, mentre il nostro modello di lettera ti aiuterà in caso di conflitti relativi a un dominio, ad esempio qualora un’altra azienda reclamasse il nome da te scelto.

Documenti importanti
Registrazione protezione domini